Storia del Centro Trasfusionale e dell’Associazione Amici del Policlinico Donatori di Sangue

Una missione iniziata oltre 40 anni fa.

1996

Indagine del Nord Italia Transplant (NITp) sulla qualità della vita dopo il trapianto.

Il Nord Italia Transplant (NITp) ottiene l’accreditamento EFI.

1997

Avvio del programma di prevenzione del tumore della prostata nei donatori di sangue.

Primo certificato ISO 9002 del sistema qualità del Centro Trasfusionale.

1998

Messa a punto di un algoritmo del NITp per l’assegnazione degli organi.

1999

Attivazione di un nuovo sistema di identificazione elettronica dei pazienti trasfusi.

Avvio del programma per la gestione della refrattarietà alla trasfusione di piastrine.

Nuovi programmi di formazione degli operatori del NITp (Una decisione condivisa).

2000

Allestimento della Cell Factory ‘Franco Calori’.

2001

Studio dell’impatto dei polimorfismi genetici sul rigetto del trapianto.

Girolamo Sirchia cessa dal ruolo di Direttore Dipartimento, succede Mario Scalamogna.

Primo protocollo di espansione delle cellule staminali presso la Cell Factory.

2002

Cessa la sua attività Mario Scalamogna, subentra Paolo Rebulla.

Caratterizzazione dei difetti molecolari delle anemie emolitiche non sperocitiche.

Partecipazione alla stesura delle Linee Giuda per la terapia delle mielodisplasie.

2003

Il laboratorio di Immunoematologia del Centro Trasfusionale è il primo in Europa ad ottenere l’Accreditamento dell’American Association of Blood Banks (AABB).

2004

Studio della compatibilità nella trasfusione di piastrine.

Studio delle complicanze della trasfusione nei pazienti talassemici.

2006

Cessa la sua attività Paolo Rebulla, subentra Maurizio Marconi.

Valutazione nazionale dei rischi infettivi della trasfusione e del trapianto.

2007

Muore Fernanda Morelati, responsabile del Laboratorio di Immunoematologia, sostituita da Antonietta Villa e Nicoletta Revelli.

Trapianto di cellule staminali autologhe nella malattia di Duchenne

2008

Inizio dell’attività della Biobanca.