Buon Natale


Cari Amici Donatori,
Quello che sta arrivando è un Natale insolito e un poco triste, perché molte persone si sono ammalate, hanno perso i loro cari e le loro attività lavorative. Tutti siamo preoccupati di cosa accadrà nel 2021 e abbiamo poche certezze e punti di riferimento. Il Natale tuttavia è sempre un momento in cui si riflette e si risvegliano affetti e sentimenti. Il mio più forte sentimento nei vostri confronti è una sincera ammirazione per quello che avete fatto quest’anno per questo Ospedale e per i suoi malati. Vi ammiro perché avete superato qualche timore e molte difficoltà pur di donare il vostro sangue a chi stava male. E di persone che stanno male ne vediamo davvero tante, cosicchè ci dobbiamo ritenere fortunati per ogni giorno che ci trova sani e attivi. Aiutare gli altri meno fortunati di noi è una grande soddisfazione perché “avremo ciò che doniamo”. Essere soddisfatti di se stessi è sempre più difficile in questi tempi, ma voi ne avete ben donde: essere ricordati con riconoscenza credo sia il sentimento che più si addice al Natale e ai suoi valori.
Vorrei aggiungere che, da parte mia, vi è anche un cauto ottimismo per il futuro. Le epidemie cessano spontaneamente dopo 2 o 3 ondate, e per di più abbiamo anche un vaccino che ci permetterà sperabilmente di salvare i più fragili e non dover assistere più al dramma vissuto da molti anziani e dai loro famigliari. “Non è la prima volta  che il fiume invade le nostre case però un giorno le acque si ritireranno e il sole tornerà a splendere” fa dire Giovanni Guareschi a don Camillo nel celebre film ambientato nella Bassa del 1951, quando vi fu l’esondazione del Po. Anche noi torneremo ad una vita normale, tutto verrà dimenticato, ma saranno in molti a ricordare per anni che qualcuno in quei terribili momenti ha saputo fare un gesto di grande umanità che ha salvato loro la vita.
Buon Natale a voi e ai vostri cari

Girolamo Sirchia 
Presidente 
Amici del Policlinico Donatori di Sangue ODV
 

Condividi questa notizia